Discutere le malattie rare in occasione della Giornata del Rotary

stabile

A cura del Distretto 2120

Il Distretto 2120 si accinge a celebrare “Rotary Day”, la giornata del Rotary, richiamando l’attenzione di Rotariani e non rotariani sulle problematiche delle malattie rare. La data è quella del 25 febbraio, a metà strada tra l’anniversario della fondazione del Rotary, avvenuta nel lontano 23 febbraio 1905, e la Giornata mondiale delle malattie rare, che si celebra il 28 febbraio: una scelta che intende richiamare entrambe le due ricorrenze. Continua a leggere

Annunci

Fumetti per raccontare la storia del Rotary

 

A cura di Nicola Nuzzolese, Presidente, Rotary club Bari Sud, D-2120

Il progetto di service per l’immagine pubblica si è svolto presso classi di II media della Scuola Imbriani grazie ad alcuni soci del club (insieme a me, anche Mimmo di Paola e Franco Toni). Leggendo passi di alcuni libri esistenti e spiegando la storia del Rotary (istituzione, nascita, soci fondatori), abbiamo chiesto ai bambini di raccontare il Rotary attraverso i fumetti. Continua a leggere

Perché stiamo ignorando tutta la gente interessata ad affiliarsi?

Rotarians in District 7070 package bags

A cura di Bob Wallace, Coordinatore Rotary, Zona 24, socio del Rotary Club di Port Hope, Ontario, Canada

Durante il nostro istituto di zona a Winnipeg, ho assistito alla presentazione sul programma di partecipazione dei soci e su come i distretti ricevono molte richieste dal programma, ma non seguono con i contatti per l’effettivo.

Quando sono stato alla Sede centrale del Rotary a Evanston, per la formazione da Coordinatore Rotary, Brian King, Director, Membership Development, ci ha indicato come il mancato follow-up di questi contatti rappresentasse un grave errore per l’immagine pubblica. Continua a leggere

La tua competenza può aiutare a cambiare vite

Il Dott. Paolo Pasini durante un workshop a Ravenna

A cura di Paolo Pasini, socio del Rotary Club di Rimini, Italia e Past Governatore del Distretto 2072

Nel corso dei miei tanti anni come Rotariano, ho avuto l’opportunità di servire in vari incarichi di leadership. Attualmente sono Presidente di commissione distrettuale Azione internazionale (DISC) del Distretto 2072 e coordinatore di zona End Polio Now per le Zone 12 e 13B. Grazie a queste opportunità, ho imparato tanto sul Rotary e ho potuto trasmettere le mie conoscenze ai miei colleghi Rotariani. Professionalmente, sono uno psicologo e lavoro su metodi innovativi di reclutamento di persone di talento per un’azienda che produce macchinari per l’assortimento di frutta e verdura. Continua a leggere

Squadra di formazione professionale prepara gli insegnanti della Tanzania

A cura di Thomas Walsh Jr., socio del Rotary Club di Ames, Iowa, USA

La carenza di insegnanti a causa dell’aumento del numero delle scuole superiori pubbliche e del nuovo sistema nazionale degli esami ha creato delle sfide in Tanzania. Pertanto, nel Paese si è assistito a un continuo ricambio del personale, assunzione di insegnanti con poca esperienza e scarsa formazione nelle scuole superiori e voti più bassi degli studenti. Con il calo dell’indice di rendimento delle scuole, nel Paese si è registrato anche un calo delle entrate dalle tasse di iscrizione e ritardi nel pagamento dei salari degli insegnanti. Questa situazione va ad aggiungersi alle limitate classi in lingua inglese, un requisito delle scuole superiori, poiché gli insegnanti non qualificati spesso non hanno conoscenze o competenze sufficienti per insegnare le materie in lingua inglese. Continua a leggere

Il mio momento Rotary grazie a un progetto di azione internazionale

Jerry Kallman con le studentesse della Kishermoruak Primary School

A cura di Jerry Kallman, Past Presidente del Rotary Club di Ridgewood, New Jersey, USA

Quando ho ricoperto il mio incarico di presidente del Rotary Club di Ridgewood nel 2008, ho cercato un progetto di azione internazionale da abbinare alle attività di azione interna che il nostro club ha sempre sostenuto. Durante il Congresso distrettuale, ho saputo che il Rotary Club di Maywood, sempre in New Jersey, stava finanziando una scuola nella Riserva Masai Mara, in Kenya. Mia moglie Lorraine ed io ci siamo uniti al club per la visita annuale in Kenya, con l’intenzione di emulare la loro esperienza e trovare una scuola da finanziare. Continua a leggere

Buon compleanno, Rotary!

Paul-Harris-first-meeting-e1442764124801

Foto d’archivio
Post a cura di Donato Donnoli, RC Val D’Agri, DGE D. 2120

Siamo a 113 anni da quel 23 febbraio del 1905, quando, in una “notte buia”, 4 uomini si riunirono e diedero vita al Rotary. Ora, al 23 febbraio 2018, possiamo senz’altro affermare che, in una “giornata di sole” (un “sole” che è dentro di noi per pensieri ed azioni), più di un milione e duecentomila uomini e donne lavorano, nel mondo, per il bene dell’umanità nel segno del Rotary. Su che cosa poggia questa straordinaria longevità che ha portato il Rotary International a divenire la più antica e prestigiosa organizzazione di “Club di Servizio” al mondo? La risposta a questa domanda non è una sola: tante e varie sono le caratteristiche, le circostanze, le qualità espresse negli anni che hanno permesso il raggiungimento di questo risultato. Io vorrei citarne una, di queste caratteristiche, (che potrebbe racchiuderle tutte): la forza dell’ideale. Albert Schweitzer, teologo, musicista, medico e grande filantropo, ha scritto: “La forza degli ideali è incalcolabile. Continua a leggere